Un'iniziativa popolare che dà alle persone
mette al centro dello sviluppo tecnico

L'introduzione del 5G ha posto le basi per un cambiamento fondamentale nel roll-out della rete. La rete di telefonia mobile deve essere progettata per essere più orientata al futuro. Finora il trattamento delle radiazioni non ionizzanti è stato regolamentato solo dal Consiglio federale, in diretto accordo con gli operatori. Anche se ha subito alcune modifiche tecniche: L'ordinanza del Consiglio federale sulla protezione dalle radiazioni non ionizzanti del 23 dicembre 1999 ha più di 20 anni e si basa su un livello di conoscenza e di comprensione della sovranità che non è più in linea con la realtà odierna e con l'attuale esigenza di trasparenza.

Oggi il traffico dati fa parte dell'approvvigionamento di base della nostra società, come l'elettricità, l'acqua o il traffico stradale e ferroviario, e deve poter essere organizzato con mezzi adeguati. La responsabilità di trattare con la sicurezza delle reti e dell'informazione dovrebbe essere a carico di tutte le parti interessate: La popolazione, i Comuni, i Cantoni e il Parlamento federale devono potersi impegnare in modo costruttivo nella progettazione di una rete di telefonia mobile sicura e sostenibile. Solo quando sarà sancito dalla Costituzione federale sarà possibile il processo democratico, che finora non è mai esistito.

Un'iniziativa popolare è quella di gettare le basi legali per un concetto di radio mobile orientato al futuro, basato sulla separazione della copertura interna ed esterna che riduce le radiazioni. Se l'alimentazione interna di Internet a banda larga, che in genere deve essere fornita via cavo, viene sistematicamente separata dall'alimentazione esterna, le radiazioni delle antenne dei telefoni cellulari non dovranno più penetrare nelle pareti. Deve solo rifornire gli utenti all'esterno. Ciò significa che le antenne possono emettere radiazioni molto più deboli, e il limite per queste radiazioni può essere ridotto in modo massiccio.

Nuovo nella Costituzione federale

Spiegazione: Oggi la Costituzione federale contiene solo la protezione contro le radiazioni ionizzanti (cosmiche, nucleari e a raggi X, nonché la parte a onde corte delle radiazioni UV). Le loro lunghezze d'onda sono più piccole di quelle della luce visibile. È talmente energico che può "aprire" gli atomi e le molecole, cioè produrre - ionizzare - ioni. In questo modo può influenzare direttamente il materiale genetico degli esseri viventi.

Le radiazioni non ionizzanti (NIR) non sono menzionate nella costituzione; il loro potenziale di rischio per la salute è stato a lungo trascurato. Le sue lunghezze d'onda sono più lunghe di quelle della luce visibile. Dove c'è elettricità, c'è anche il NIR. Un altro nome è quindi Campi Elettromagnetici, abbreviazione internazionale di EMF. Tutta la nostra civiltà tecnica si basa ora sull'uso dell'elettricità; il NIR è onnipresente. Oggi è dimostrato che la NIR può anche influenzare il materiale genetico, in particolare disturbando i processi bioelettrici nelle cellule del corpo.


Spiegazione: Il paragrafo 1 formula il principio della protezione contro le radiazioni non ionizzanti (NIR). In questo modo si pone fine al diritto esclusivo della Confederazione, in accordo con l'industria dell'elettricità e delle telecomunicazioni, di trattare con la NIR. Con la legislazione di attuazione, il Parlamento può gettare solide basi per una protezione efficace. Inoltre, i Cantoni, e quindi nel sistema federale anche i Comuni, dovrebbero in futuro avere voce in capitolo nella protezione contro la RNI e poter agire in modo indipendente. Un processo democratico, dove finora è stato praticamente eliminato, può essere stabilito solo quando è sancito dalla Costituzione federale.  

Gli effetti nocivi dell'elettrosmog, ovvero la radio mobile, devono essere ridotti sia individualmente che cumulativamente. La rigenerazione quotidiana, soprattutto attraverso un buon sonno, deve essere garantita da una riduzione ancora maggiore dell'esposizione alle radiazioni. Inoltre, le persone particolarmente sensibili come gli anziani, i malati, le donne incinte, i bambini e i giovani devono essere protetti in modo particolare. Inoltre, la parte della popolazione che non vuole utilizzare la comunicazione wireless o che deve proteggersi da essa a causa dell'intolleranza al NIR dovrebbe essere in grado di rimanere il più possibile integrata nella vita quotidiana. 

Spiegazione: Il traffico dati ha oggi un'importanza paragonabile a quella del trasporto su strada e su rotaia in termini di impatto sulla vita. La sua regolamentazione giuridica per la protezione contro i NIS che genera è urgentemente necessaria. Il principio della più bassa esposizione possibile, come stabilito al paragrafo 2, dovrebbe porre fine all'aumento ancora ininterrotto e costante della NIR. Il nuovo approccio è generalmente a bassa radiazione e localmente privo di radioattività. 

Laddove le considerazioni economiche sono state finora più importanti della salute pubblica, la priorità deve ora essere data alle alternative meno dannose per l'ambiente. Ad esempio, il carico sulla salute della popolazione può essere ridotto limitando o eliminando in modo specifico la concorrenza economica tra i fornitori. Inoltre, la prospettiva di utilizzare i salti tecnologici come l'introduzione di una nuova generazione di comunicazioni mobili per rinnovare o addirittura ridisegnare la rete esistente è anch'essa una necessità. 

I valori limite ventennali per la RNI stabiliti nell'ordinanza RNI del 1999 devono essere gradualmente ridotti in funzione dello stato delle conoscenze pratiche e delle possibilità tecniche di protezione. Inoltre, non saranno più ancorati al livello dell'ordinanza, ma piuttosto a quello della legge, in modo che la loro determinazione sia inserita nel processo democratico a livello federale, cantonale e comunale. 

Spiegazione: Nata per le connessioni vocali all'aperto, la radio mobile si è sviluppata negli ultimi quarant'anni in una sorta di fornitura di base di Internet a banda larga senza fili per l'intera popolazione. Tuttavia, il concetto di rete è rimasto lo stesso. Oggi, circa l'80% delle connessioni senza fili sono stabilite dall'interno dell'edificio - attraverso i muri, tramite antenne di telefonia mobile all'aperto. Ciò significa che sia le antenne che i dispositivi terminali devono irradiare più del necessario. Questo concetto obsoleto deve essere sostituito da una soluzione a prova di futuro. 

Il paragrafo 3 prevede pertanto la separazione di tutte le comunicazioni elettroniche in due reti separate, cosa che è già possibile con la tecnologia attuale. Una rete viene utilizzata per la comunicazione esterna, l'altra per la comunicazione interna. Le radiazioni radio per le connessioni telefoniche e Internet non devono più penetrare nell'involucro dell'edificio. Nessuno dovrebbe essere involontariamente esposto a radiazioni radio provenienti dall'esterno nel proprio spazio abitativo o sul posto di lavoro. 

Se questo concetto viene attuato in modo coerente, il livello di radiazione diminuirà ovunque: 

  • All'esterno, la potenza di irraggiamento della maggior parte dei tralicci di trasmissione può essere notevolmente ridotta per due motivi: 1. perché non è più necessario penetrare l'involucro dell'edificio; 2. perché le distanze radio tra l'antenna e l'apparecchio mobile saranno più brevi se le reti di radiocomunicazione mobile esistenti vengono combinate operativamente in un'unica rete. - Una riduzione dei valori limite può, se necessario, forzare il necessario abbassamento del livello di radiazione all'esterno. 

  • All'interno degli edifici, i livelli di radiazione sono più bassi perché meno radiazioni dell'antenna entrano dall'esterno e meno radiazioni vengono generate all'interno. Quest'ultimo risultato è ottenuto grazie ad una nuova generazione di dispositivi tagliati per ridurre al minimo l'elettrosmog, ottimizzando le impostazioni dei dispositivi e il comportamento dell'utente e passando dalla radio al cavo.

Spiegazione: Gli edifici e le loro singole unità d'uso sono sistematicamente dotati di un collegamento via cavo per Internet. Nella fase finale della costruzione ci sarà una fornitura completa di fibra ottica (FTTH: Fiber to the Home). Il passaggio ad un collegamento di rete fissa fornito via radio (FWA: Fixed Wireless Access) non è più consentito.

Ogni soggetto autorizzato ad utilizzare la rete deve sempre avere la possibilità di un collegamento via cavo nella propria unità di utilizzo. Gli apparecchi disponibili sul mercato o forniti dal fornitore di servizi di telecomunicazione devono essere dotati degli opportuni collegamenti. Deve essere possibile disattivare manualmente qualsiasi funzione radio degli apparecchi su tutti i canali radio e disattivarla permanentemente sul computer. 

Nel caso di un collegamento radio, le distanze radio devono essere mantenute il più breve possibile e la potenza di trasmissione (ad es. con WLAN) deve essere la più bassa possibile per garantire la protezione dei vicini. L'obiettivo è quello di fornire una copertura radio stanza per stanza senza la prevista penetrazione di pareti e soffitti via radio.

Per proteggere i luoghi di lavoro negli edifici per uffici, commerciali e industriali, è necessario trovare soluzioni speciali, rispettando il principio della minima esposizione tecnica possibile. 

Spiegazione: Il paragrafo 5 stabilisce il principio secondo cui, ove possibile, le tecnologie senza fili dovrebbero essere favorite e promosse ovunque avvenga la trasmissione di dati non mobile. A titolo di esempio, vanno evidenziati il sistema scolastico e l'area stazionaria dell'Internet degli oggetti (IoT). 

In considerazione della straordinaria diversità delle strutture di comunicazione elettronica e del rapido ritmo di sviluppo, non tutte le applicazioni attuali e quelle previste nel prossimo futuro possono essere regolate per legge. Per la Confederazione, i Cantoni e i Comuni, questo crea un costante compito di miglioramento. In considerazione delle conseguenze imprevedibili per la salute di un aumento massiccio e incontrollato delle comunicazioni senza fili, tutti i soggetti coinvolti sono chiamati a svolgere un ruolo attivo nella riduzione dell'esposizione alle radiazioni. Ad esempio, l'attenzione si concentra sul consumo di video in mobilità e su concetti come Smart City, Smart Home, mezzi di trasporto autonomi e realtà virtuale e aumentata.


Spiegazione: Se la legge federale non può entrare in vigore entro il termine di 5 anni, le esigenze dell'iniziativa devono essere temporaneamente ancorate in un'ordinanza. 

Spiegazione: Il tempo necessario per l'elaborazione della legge federale dovrebbe essere utilizzato per riabilitare la rete di informazione e comunicazione esistente e prepararla alla ristrutturazione secondo il testo della Costituzione. Per la prevista separazione delle comunicazioni tra l'esterno e l'interno e per un collegamento ad alte prestazioni e senza radiocomunicazioni con gli edifici, è necessaria una rete in fibra ottica non solo verso la strada (Fibre to the Street - FTTS), ma verso tutti gli edifici (Fibre to the home - FTTH). Ciò che è già ampiamente implementato nelle aree urbane dovrebbe essere disponibile anche per la popolazione delle aree rurali. In molti luoghi, le linee di rame a bassa potenza dell'"ultimo miglio" dovranno essere sostituite da cavi in fibra ottica. Solo luoghi molto remoti possono essere sviluppati con altre soluzioni.

Lo standard di radio mobile 5G di seconda fase con frequenze portanti superiori a 6 GHz e qualsiasi futuro standard di radio mobile (6G e altri) opererà nella gamma di alti gigahertz e terahertz. Gli effetti di queste onde radio sull'uomo, sugli animali e sulle piante sono attualmente lungi dall'essere sufficientemente studiati. Finché la loro compatibilità a lungo termine non sarà stata testata, non dovrebbero essere utilizzati, almeno non per il periodo di 5 anni dopo l'adozione dell'iniziativa.   
 

Responsive image

Utilizziamo cookie e tecnologie di tracciamento in conformità con la nostra dichiarazione sulla protezione dei dati al fine di offrirti la migliore esperienza web. Alla politica sulla privacy