Sondaggio del Politecnico di Zurigo: il 60% degli svizzeri si considera insufficientemente protetto dalle onde di telefonia mobile

Il sondaggio evidenzia la necessità politica di agire sullo sviluppo della rete mobile


> 40,5% si sentono esposti alle radiazioni elettromagnetiche nelle loro case
> Il 10,6% dice di essere elettrosensibile
> L'installazione gratuita di attrezzature per la protezione dalle radiazioni verrebbe utilizzata


Il quadro sfumato fornito dal sondaggio contraddice la polarizzazione praticata dai media

I risultati del sondaggio rappresentativo condotto dal Politecnico di Zurigo "Schweizer Umweltpanel. Fünfte Erhebungswelle: 5G. Befragungszeitraum: Mai - Juli 2020" con un totale di circa 7'000 partecipanti è sorprendente: L'impressione prevalente di una popolazione polarizzata, divisa tra oppositori e sostenitori della telefonia mobile, deve essere rivista. Il cliché mediatico di una minoranza afflitta da paure diffuse e opposta a una maggioranza progressista è stato smascherato. La realtà è molto più sofisticata.

 

Il testo è disponibile in tedesco:
https://saferphone-initiative.ch/DE/artikel/

Autore: FrequenciaFonte: ETH Zürich | Institute of Science, Technology and PolicyLingua originale: TedescoPubblicato: 13.05.2020
Autore: FrequenciaFonte: ETH Zürich | Institute of Science, Technology and PolicyLingua originale: TedescoPubblicato: 13.05.2020

Utilizziamo cookie e tecnologie di tracciamento in conformità con la nostra dichiarazione sulla protezione dei dati al fine di offrirti la migliore esperienza web. Alla politica sulla privacy